Quale batteria di pentole scegliere

Scegliere una batteria o set di pentole per la propria cucina oppure per un regalo da aggiungere alla lista nozze, potrebbe risultare non semplice, occorre difatti prendere in considerazione molte cose. Di certo la prima cosa da considerare, prima dell’acquisto di una batteria di pentole, è la qualità e l’utilizzo che se ne farà, il numero di componenti della famiglia, infatti se la nostra famiglia non è numerosa un set di pentole completo potrebbe risultare inutile o addirittura ingombrante in abitazioni piccole a causa del numero elevato di pentole. Al contrario in una a famiglia numerosa con figli e con una cucina spaziosa pronta ad ospitare pentole, padelle e utensili, il set sarà di sicuro un regalo o un acquisto azzeccato.

La qualità è uno dei fattori più importanti per scegliere una buona batteria di pentole, è un acquisto o regalo che teoricamente dovrebbe durare anni, non si è mai visto infatti qualcuno che acquisti batterie di pentole una volta l’anno, quindi la qualità è importante. Bisogna sempre considerare la buona finitura delle stesse, i manici, le viti, i materiali e gli accessori, la garanzia ed altro ancora. In questo articolo cercheremo di spiegare brevemente i fattori più importanti da considerare per l’acquisto di un buon set di pentole.

Numero di elementi: Il numero di elementi di un set di pentole può variare da 4 pezzi fino a oltre 24 pezzi, come abbiamo già detto la scelta dipende dalle nostre necessità e la spazio che abbiamo a disposizione. Un set di pentole completo di 24 pezzi potrebbe essere troppo ingombrante per chi vive da solo, quindi sarebbe buona norma acquistare i formati indispensabili come per esempio 2 pentole, una grande per bollire verdura, una leggermente più piccola con scolapasta incorporato, due tegami per arrosti, sughi o altro e almeno 3 padelle per i più svariati usi, inoltre pentolino potrebbe tornare utili.

I componenti che non possono mancare: In un set di pentole ci sono dei componenti che non possono assolutamente mancare, ad iniziare dalla casseruola per l’arrosto, la pentola per la pasta meglio se con lo scolapasta incorporato della stessa marca, una pentola wok e anche una pentola a pressione.

Materiali: I set di pentole solitamente più acquistati sono quelli costruiti in acciaio inox cromati, perchè adatti a qualsiasi tipo di cottura e preparazione, resistenti, antiossidanti e duraturi. Un esempio classico di pentole in acciaio inox cromate sono i set Lagostina o Barazzoni. Esistono poi altre diverse batterie costruite in alluminio pressofuso, oppure rivestite in ceramica o pietra.

  • Pentole rivestite in ceramica: Le pentole rivestite in materiale ceramico sono una novità degli ultimi anni, sono anti-aderenti e al contrario delle classiche pentole anti-aderenti non rischiano il rilascio di materiale dannoso per la salute grazie la naturale durezza della ceramica. Inoltre il materiale ceramico non è poroso e permette oltre ad una facile pulitura anche una cottura veloce e salutare con un notevole risparmio di energia.
  • Pentole in acciaio 18/10: Le pentole in acciaio inox 18/10 sono le più utilizzate per la bollitura oppure per la cottura dei cibi non a diretto contatto con le pareti della pentola. Sono resistenti agli urti, all’ossidazione e non rischiano il rilascio di sostanze dannose. Hanno però una bassa conducibilità del calore, inoltre alcuni modelli hanno tracce di nikel il quale potrebbe provocare problemi alle persone allergiche.
  • Pentole in alluminio: Le pentole in alluminio sono ottima per l’arrostitura, la brasatura e per la cottura al forno dei cibi anche a contatto diretto con la pentola. L’alluminio è un ottimo conduttore di calore, sempre che la pentola sia al 99,5% di alluminio pure, quindi controllare prima dell’acquisto. Viene sconsigliata la conservazione dei cibi cotti all’interno.
  • Pentole antiaderenti: Le pentole antiaderenti in teflon sono adatte a qualsiasi tipologia di cottura, la quale avviene molto velocemente con la perdita minima di sostanze nutritive e con un notevole risparmio energetico. Il materiale anti-aderente è però meno duro della ceramica o dell’acciaio inox, l’utilizzo quindi di utensili in legno è indicato per evitare il distacco di pezzi di teflon dovuto ad abrasioni o tagli.
  • Pentole in rame: Le pentole in rame, in media più costose, vengono utilizzate solitamente per la preparazioni pasticcere, essendo il rame ottimo conduttore di calore. Adatte a cotture lente a temperature precise. Sono indicate anche per la preparazione dei risotti.

Considerare tutti questi aspetti è di sicuro importante, ma come abbiamo detto per avere delle pentole durature, garantite e di qualità possiamo anche partire dalla marca. Le società che producono pentole sono diverse le migliori si trovano in Italia e Germania e ogni società costruisce i propri prodotti con brevetti e materiali di assoluta qualità.

 Abbiamo preparato di seguito una tabella comparativa di alcune batterie di pentole in vendita su Amazon.com delle marche più conoscute

ImmagineMarcaN.pezziMaterialeInfo
81BhxbTWPlL._SL1500_Lagostina24INOX 18/10Prezzo
716dKTReeuL._SL1500_Lagostina13INOX 18/10Prezzo
71P-nZ9lgWL._SL1500_Royalty Line14Pietra lavicaPrezzo
81zIdGtFUtS._SL1500_Kärcher20INOX 18/10Prezzo
713yR2Eh-XL._SL1500_Lagostina11INOX 18/10Prezzo
81mlOH63LRL._SL1500_WMF6INOX 18/10Prezzo
816-VmawAZL._SL1500_Fissler4INOX 18/10Prezzo
81B1XRmV0xL._SL1500_Fissler5INOX 18/10Prezzo
91aPzBIJUuL._SL1500_Silit10INOX 18/10Prezzo
81KJGPGUMDL._SL1500_Silit5SilarganPrezzo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *