Come prolungare la vita delle tue pentole

Se la cucina è la tua passione, ti potrebbe interessare scoprire come prolungare la vita delle tue pentole: a seconda dei materiali con cui sono realizzate, infatti, esse richiedono delle attenzioni specifiche e degli accorgimenti particolari da adottare. Anche per questo motivo, dovresti sempre leggere le istruzioni fornite dai produttori, prestando attenzione soprattutto a quel che viene detto a proposito delle modalità di pulizia e delle temperature massime che i prodotti sono in grado di sopportare.

Ecco come prolungare la vita delle tue pentole senza fare fatica (o quasi)

Il primo consiglio dell’elenco di accorgimenti su come prolungare la vita delle tue pentole ha a che fare con il loro lavaggio: in linea di massima, infatti, la lavastoviglie dovrebbe essere sempre evitata, mentre sarebbe preferibile optare per un lavaggio a mano. A questo proposito, i classici detersivi che acquisti al supermercato potrebbero rivelarsi un po’ troppo aggressivi: a volte può essere meglio sfruttare ingredienti naturali che hanno proprietà igienizzanti altrettanto efficaci e che in più hanno il pregio di costare poco, come il bicarbonato di sodio o l’aceto. Nel caso in cui le macchie e le incrostazioni da rimuovere non siano troppo ostinate, poi, puoi addirittura usare l’acqua in cui hai cotto la pasta per il lavaggio delle pentole.

Altri consigli su come prolungare la vita delle tue pentole

Come prolungare la vita delle tue pentoleSe vuoi sapere come prolungare la vita delle tue pentole, devi tener presente che più lasci lo sporco al suo posto e più è facile che corroda le superfici: proprio per questo motivo dovresti cercare di lavarle nel minor tempo possibile. Ovviamente, le incrostazioni più resistenti prevedono un certo periodo di ammollo: l’importante è che ti ricordi di lavare comunque subito sia i manici che le superfici esterne, avendo l’accortezza di rimuovere il grasso.

Uno dei nemici più agguerriti delle pentole è rappresentato dal calcare, i cui depositi lasciano tracce ben poco piacevoli: per prevenire questo sgradevole fenomeno, puoi impiegare una miscela realizzata con una parte di aceto di vino bianco e nove parti di acqua. Tanti trucchi della nonna, poi, sono in grado di garantire risultati ottimali: per le pentole in acciaio, per esempio, si suggerisce di far cuocere dei pezzi di rabarbaro fresco in acqua per una decina di minuti, mentre un cucchiaino di succo di limone e un cucchiaino di bicarbonato di sodio mescolati con acqua tiepida sono perfetti per disinfettare. E tu che segreti conosci per fare durare le pentole più a lungo?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *